Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maggioranza più azzurra

default_image

Romano Salvi
  • a
  • a
  • a

Quello tra Jacopo Apa, capogruppo a Palazzo Cavallo e Francesco Conti, giovane ma già da cinque anni coordinatore cittadino di Forza Italia, è un cambio al vertice comunale di Forza Italia che ha sì, come ha spiegato lo stesso ex coordinatore –motivi personali, comunque diversi dalla politica: ma diverso dalla politica non è l'obiettivo. Non è da oggi che Forza Italia trova un po' troppo stretto lo spazio politico, con un solo assessore, che le è stato ritagliato  in giunta rispetto alla lista del sindaco Ghinelli che di assessori ne ha tre e di voti al primo turno ne ha presi solo qualche centinaio in più. Non è successo neanche solo una volta che il gruppo degli azzurri, a cominciare dalla polemica sul ruolo del Prefetto  nella sicurezza per non finire  con l'ordinanza  sull'alcol, ha preso le distanze da quello della lista Oraghinelli.  Che la nomina, “decisa di concerto con il coordinatore regionale Stefano Mugnai”, al vertice del partito cittadino del capogruppo in consiglio comunale, insieme a quella di vicecoordinatore vicario di un altro consigliere comunale, Federico Scapecchi, abbia  anche un significato politico da far pesare negli equilibri della maggioranza, lo ammette, neanche tanto indirettamente,  lo stesso coordinatore provinciale, Maurizio D'Ettore, ieri alla presentazione del nuovo organigramma azzurro: “La scelta – dice D'Ettore – vuole ulteriormente rafforzare la capacità di elaborazione  e  di proposta politica tra il partito e il gruppo consiliare, per garantire  alla maggioranza e al sindaco Ghinelli un sempre maggior supporto all'azione amministrativa”. Lo ammette D'Ettore, non lo nega il  nuovo coordinatore comunale: “ Forza Italia – assicura– non si porrà mai in contrasto con l'azione amministrativa della Giunta”. Che cambia? “La fiducia  che è stata riposta in me – di più non dice –mi offre un  fortissimo stimolo a fare ancora di più e ancora meglio per Forza Italia”.  Se nella sede azzurra di Corsa Italia l'aria di sfida in maggioranza a Palazzo Cavallo è velata, molto più scoperta è quella lanciata già in anticipo in vista delle elezioni politiche. D'Ettore affila già le armi, facendo leva proprio sui successi elettorali nei vari turni amministrativi che hanno stravolto la geografia politico – amministrativa della provincia. Successi ottenuti sì  con liste civiche, ma pur sempre con il coagulante azzurro. Questa volta Forza Italia si presenta in proprio: “Ci stiamo  riorganizzando – rivela D'Ettore - per coinvolgere gli elettori della provincia sulle nostre posposte: lavoro, buona amministrazione, immigrazione , riforma degli enti locali”. La squadra c'è e ci sarà al completo appena eletti i 50 componenti del coordinamento provinciale. Mancano i candidati. “Ci saranno – dice D'Ettore - una volta valutate le competenze, le capacità e il reale consenso. Ma a  definirle ci penserà Berlusconi. Con il Comitato di Presidenza del Partito. Sentito il coordinatore regionale”. Il resto sono solo voci: come quella che a candidarsi sarà il sindaco Ghinelli.