Il no a Vicenza, un danno di 212 milioni

Il no a Vicenza, un danno di 212 milioni

15.10.2017 - 13:03

0

Questa volta i conti esatti li  ha fatti il commissario liquidatore di BancaEtruria, Giuseppe Santoni. Il rifiuto dell’offerta di acquisto per contanti, a un euro per azione, del 90 per cento del capitale azionario di BancaEtruria , annunciata il 28 maggio del 2014 dalla Popolare di Vicenza, “ha provocato un mancato introito di 212 milioni”. Nella sua citazione, Santoni , non essendo suo compito, non può preoccuparsi, come fa chi si preoccupa ogni volta che si ricorda una grande occasione mancata, dello stato di salute delle banche venete. Fa semplicemente due conti, moltiplica il numero di azioni possedute dai soci di BancaEtruria il 28 maggio del 2014 per un euro ,quanto avrebbe offerto  ai soci di BancaEtruria  la banca Vicentina per ogni azione: che poi  pagarla un euro volesse dire premiarla del 25,8 in più rispetto al prezzo ufficiale in Borsa nel giorno dell’annuncio dell’Opa, non fa che avallare l’ipotesi,  respinta dall’ultimo Cda di BancaEtruria, guidato da Lorenzo Rosi, con Pierluigi Boschi vicepresidente, senza neanche consultare l’assemblea dei soci, che l’adesione degli azionisti avrebbe raggiunto o superato, quota 90 per cento. La quota minima fissata perché l’Opa avesse successo. I 65 mila azionisti avrebbero comunque avuto la libertà di scegliere se fosse conveniente o no intascare il 25 per cento in più di quello che offriva il mercato. Per loro decise – lo ricorda Santoni nella sua citazione – il  Cda che avallò il parere del presidente Rosi, rifiutando l’offerta , prima ancora che scadesse il termine per una valutazione fissato dalla Popolare di Vicenza per il 12 Giugno. “Una decisione dolosa  o gravemente colposa – afferma Santoni nella sua citazione da commissario liquidatorio- nonostante l’assoluta urgenza  di una operazione indicata come unica via d’uscita dall’Autorità di Vigilanza”. Se sia stata dolosa o colposa sarà il tribunale civile di Roma  a deciderlo.  Che la fusione con Vicenza  fosse l’unica via di uscita, era un dubbio che più volte ha posto ai suoi lettori il Cannocchiale. Anche quando il sindaco Fanfani si metteva a capo della rivolta antivicentina scattata nell’aula del consiglio comunale in nome di una malintesa tutela delle radici della Banca, poi sradicate in mezzo alla gogna mediatica  seguita  alla mannaia del bail in firmato da Renzi e Padoan il 22 novembre del 2015, primo e unico in Europa. Quasi che fosse confezionato su misura per le quattro banche messe in risoluzione, tre delle quali pagate da Ubibanca un euro in tutto, non i 212 milioni che avrebbero intascato i soci di BancaEtruria dalla Popolare di Vicenza. E neanche il miliardo e mezzo che BancaIntesa ha speso per salvare la Popolare di Vicenza e Veneto Banca, che mai Gentiloni si è sognato di mettere in risoluzione. Erano anche le banche venete in crisi profonda, ma non hanno avuto come BancaEtruria il loro 22 novembre. Il prossimo a Vicenza lo festeggeranno con BancaIntesa che, dopo aver speso un miliardo e mezzo, per salvare le Banche venete ha messo altri 100 milioni a disposizione dei clienti che hanno perso investendo in azioni.  Nessun problema per chi ha investito in obbligazioni. Come dire che l’opa di Bpvi su BancaEtruria a un euro per azione non sarebbe stata solo una manna per i 65 mila soci della Popolare aretina, sarebbe stata una via d’uscita verso il rifugio sicuro di BancaIntesa anche per gli obbligazionisti di BancaEtruria.  Azzerati. Che sia anche questa “una decisione gravemente colposa”?

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Crozza diventa Jovanotti: portiamo il funky su barriera corallina

Crozza diventa Jovanotti: portiamo il funky su barriera corallina

Roma, 17 set. (askanews) - Crozza si trasforma in Jovanotti e canta: "Niente e nessuno al mondo potrà fermarmi dal rovinare". È il nuovo personaggio messo a punto dall artista genovese pronto a tornare con Fratelli di Crozza sul Nove dal 27 settembre. Dopo aver suonato sulle spiagge italiane, Jovanotti-Crozza sogna una nuova avventura: "Ci siamo chiesti: com è che possiamo portare un po' di ...

 
Scissione Pd, Boldrini: "Mi dispiace, ma auguri di buon lavoro a Renzi, non influisca su Governo"

Scissione Pd, Boldrini: "Mi dispiace, ma auguri di buon lavoro a Renzi, non influisca su Governo"

(Agenzia Vista) Roma, 17 settembre 2019 Scissione Pd, Boldrini: "Mi dispiace, ma auguri di buon lavoro a Renzi, non influisca su Governo" L'ex presidente della Camera dei deputati ed esponente di Leu, Laura Boldrini, commenta così la decisione di Matteo Renzi di lasciare il Pd: "Le scissioni non sono mai indolore, quindi mi dispiace, ma al tempo stesso è stato deciso così. Renzi dice che sarà una ...

 
Scissione Renzi, Meloni: "Sono solo tatticismi"

Scissione Renzi, Meloni: "Sono solo tatticismi"

(Agenzia Vista) Roma, 17 settembre 2019 Scissione Renzi, Meloni: "Sono solo tatticismi" La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, presenta alla Camera dei deputati l'edizione 2019 di Atreju, dal titolo "Sfida alle stelle", che si svolgera' dal 20 al 22 settembre sull'Isola Tiberina nella Capitale. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Meloni: "Torna Atreju, fra gli ospiti Conte e Orban"

Meloni: "Torna Atreju, fra gli ospiti Conte e Orban"

(Agenzia Vista) Roma, 17 settembre 2019 Meloni: "Torna Atreju, fra gli ospiti Conte e Orban" La leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, presenta alla Camera dei deputati l'edizione 2019 di Atreju, dal titolo "Sfida alle stelle", che si svolgera' dal 20 al 22 settembre sull'Isola Tiberina nella Capitale. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019