La corsa a tagliare il nastro

La corsa a tagliare il nastro

19.11.2017 - 12:16

0

Quello di Arezzo non sarà uno dei tanti casi, tutti italiani, di amministrazioni comunali che bocciano progetti perché a inaugurarli potrebbe essere il sindaco di una giunta di colore diverso. Quello di Arezzo è semmai il caso di una amministrazione che sta inaugurando solo o quasi opere progettate e finanziate da chi l’ha preceduta. Ma è anche il caso di una amministrazione che avrebbe potuto già consegnare i progetti esecutivi delle grandi opere finanziate dal bando di gara per la riqualificazione delle periferie urbane. Se, a metà del suo mandato, la giunta di Palazzo Cavallo non l’ha ancora fatto e corre il rischio, più o meno reale, che a inaugurare i lavori sia una amministrazione di colore diverso, non è solo perché c’è un ritardo nell’esecuzione dei progetti affidati, proprio per non allungare ancora il ritardo, a studi esterni. E’ anche e soprattutto perché  i 17 milioni concessi dal bando al Comune di Arezzo per realizzare 23 progetti, non sono ancora arrivati  ad Arezzo. E non perché non funzionano le Poste, e neppure, almeno questa volta, le banche: non sono ancora arrivati, ma arriveranno dopo quelli riservati ai vincitori del bando di gara aperto dalla presidenza del Consiglio, proprio perché il piano aretino non è tra i 24 vincitori. E’ al 35esimo posto della graduatoria dei comuni comunque ammessi al finanziamento grazie a un miliardo e 600mila euro tratti dal fondo Cipe e che si aggiungono ai 500 milioni destinati ai vincitori. Un bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno, a seconda della sete e dell’urgenza dei lavori di riqualificazione di aree degradate o comunque da valorizzare. Un bicchiere che sarà un po’ più pieno o un po’ meno vuoto quando arriverà, attesa tra pochi giorni, la firma della convenzione  tra Comune e Ministero dell’Ambiente per sbloccare il finanziamento. Per riempirlo, dopo la firma, ci saranno sei mesi di tempo, entro i quali  tutti i progetti, per poter contare sui 17 milioni ed essere appaltati, dovranno essere rispediti a Roma nella versione cantierabile. Ce la farà Ghinelli a finire la legislatura tagliando il nastro delle opere della sua giunta, dopo aver tagliato quello delle opere finanziate dalla Giunta Fanfani? Detta così, sembra una corsa contro il tempo delle elezioni. In realtà la sfida che appassiona la città è un’altra: che i lavori per mettere in sicurezza il parco del Pionta, o quelli per risolvere il nodo dell’incrocio tra via Fiorentina e la tangenziale, o quelli per allungare la tangenziale fino a via Buonconte da Montefeltro, per non parlare di tutti quelli che riguardano la sicurezza degli edifici scolastici debbano essere spostati dal 2017 al 2018 e dal 2018 al 2019, come previsto dalla variazione del piano triennale appena approvato, non è una questione elettorale. E’ un’occasione che la città non può perdere, insieme ai 17 milioni per la riqualificazione di aree e infrastrutture strategiche per il suo futuro, ben al di là delle elezioni del 2020 quando si voterà per il nuovo sindaco. Se il taglio del nastro di uno o più lavori non ci sarà entro il 2020, conta poco o niente che a tagliarlo sia o no lo stesso sindaco che li ha avviati.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Matteo Renzi lascia il Pd per una Casa nuova, Zingaretti: errore

Matteo Renzi lascia il Pd per una Casa nuova, Zingaretti: errore

Roma, 17 set. (askanews) - Con una intervista a La Repubblica, Matteo Renzi ha annunciato la rottura e la scissione dal Partito democratico. "Voglio passare i prossimi mesi a combattere contro Salvini", ha dichiarato l'artefice della nascita del governo giallo-rosso e della conseguente caduta del Matteo sovranista. I parlamentari che seguiranno il senatore fiorentino ed ex premier saranno una ...

 
Berselli (Autorità bacino): fermiamo rifiuti di plastica sul Po

Berselli (Autorità bacino): fermiamo rifiuti di plastica sul Po

Roma, 17 set. (askanews) - "Noi ci occupiamo ovviamente di pianificazione perché siamo l'autorità di bacino distrettuale. L'acqua del fiume è migliorata perché ci sono depuratori che stanno lavorando. E quindi dal punto di vista biologico la fauna ittica è aumentata. Però dobbiamo anche fermarci e discutere su quelli che sono gli inquinanti. In questo caso partiamo con la macro plastica quindi ...

 
L'Italia salva 90 migranti. La Ocean Viking ne soccorre altri 48

L'Italia salva 90 migranti. La Ocean Viking ne soccorre altri 48

Roma, 17 set. (askanews) - Salvati altri 90 migranti dalla Guardia Costiera italiana che nella notte ha soccorso un barchino in piena area di responsabilità maltese. Le unità navali messe a disposizione dalla Guardia Costiera italiana arrivate in area, dopo aver intercettato il barchino, hanno confermato le precarie condizioni di galleggiabilità del mezzo e hanno trasferito a bordo i migranti. ...

 
Roma si accende con Videocittà, festival di immagini in movimento

Roma si accende con Videocittà, festival di immagini in movimento

Roma, 17 set. (askanews) - Per il secondo anno consecutivo Roma si illumina con Videocittà, il festival delle immagini in movimento, una straordinaria serie di proiezioni su palazzi, monumenti e piazze, mostre immersive, talk, installazioni, performance e rassegne che accenderanno la Capitale storica del cinema e dell'audiovisivo italiano, che oggi deve misurarsi, come ha spiegato Francesco ...

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019