Ci rivuole San Francesco a cacciare i diavoli

Ci rivuole San Francesco a cacciare i diavoli

24.12.2017 - 12:32

0

Se il nome di Arezzo, dagli etruschi in poi, fosse ricorso ogni anno nel mondo alla velocità media che ha tenuto quest’anno, la città di Mecenate, Pietro Aretino, Petrarca, Vasari e chi più ne ha più ne metta, non avrebbe rivali in tutto il pianeta in fatto di notorietà. Se è vero, come disse Carducci, che basterebbero le glorie accumulate nei secoli da  Arezzo per fare la gloria di tutta l’Italia,  oggi per far riconoscere Arezzo bastano e avanzano le immagini di BancaEtruria ritrasmesse da ogni rete televisiva almeno dieci volte al giorno. Una overdose di notorietà di cui non c’è aretino che non avrebbe fatto volentieri a meno: a cominciare dal sindaco Ghinelli che in una intervista a Antonello Caporale del Fatto Quotidiano non usa mezzi termini per difendere l’immagine della città “martire della disfatta del giglio magico”.  Di chi sia martire l’immagine della città sarà ancora opinabile, ma è di certo legittimo, se non doveroso,  che Ghinelli  faccia di tutto per rimettere in piedi i frammenti di una immagine sulla quale ogni giorno hanno sparato interi plotoni di esecuzione televisivi e cartacei , e che per di più riproduce una città  che deve anche subire il danno e la beffa della cancellazione per decreto dopo 130 anni di vita della banca alla quale deve gran parte del suo miracolo economico. Per evitare gli ultimi bombardamenti alla fine di un anno che più “horribilis” per Arezzo è difficile immaginare,  basterà la chiusura dei battenti della commissione d’inchiesta  sulle banche, che è servita solo ad infierire ogni giorno di più su BancaEtruria, come se  il marcio che si era accumulato dentro le banche, fosse finito tutto nelle stanze di BancaEtruria, che insieme alla tre messe in risoluzione ha un peso intorno all’uno per cento dell’intero sistema bancario italiano? Paolo Mieli venerdì sera al teatro Petrarca per la festa del 70esimo di Cna, ce l’ha messa tutta per lenire le ferite: “l’immagine di BancaEtruria- ha detto – sparirà sulle scene televisive come una lenticchia  dal piatto di Capodanno”. Se lo dice uno dei massimi esperti di comunicazione  a cavallo di due secoli, qualche speranza c’è che la lenticchia sparisca dal tavolo prima che ad abbuffarsi arrivi la campagna elettorale.  Ma anche Paolo Mieli, proprio perché di campagne elettorali ne ha viste tante, sa bene che il boccone BancaEtruria è troppo ghiotto perché ci rinuncino i partiti nella zuffa elettorale. Ghinelli, da sindaco che vuol tutelare l’immagine della città, ha dato sfogo alla sua ribellione su un quotidiano nazionale. Ma, per cacciare di nuovo i diavoli che imperversano sopra la città e gridano di gioia in attesa della rissa elettorale, ci sono solo due soluzioni: o ritorna sotto le mura di Arezzo San Francesco con frate Silvestro, o a cacciarli ci pensa Arezzo da sola. Al di là della speranza seminata alla festa del Petrarca, c’è una ferita da rimarginare: ci vorrà più tempo di quanto speri Paolo Mieli, ma né il sindaco né la città con tutte le sue componenti, può di quel tempo sprecare un solo attimo per ridare ancora forza e orgoglio all’immagine martoriata di una città che non può essere lasciata in pasto alla campagna elettorale.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Birra e salsiccia per Conte alla festa di Articolo 1-Mdp

Birra e salsiccia per Conte alla festa di Articolo 1-Mdp

(Agenzia Vista) Roma, 19 settembre 2019 Birra e salsiccia per Conte alla festa di Articolo 1-Mdp Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intevenuto a Unica, la festa di Articolo 1 - Mdp. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Alla Luiss il Master in Giornalismo e Comunicazione multimediale

Alla Luiss il Master in Giornalismo e Comunicazione multimediale

Roma, 19 set. (askanews) - Nasce all'Università Luiss di Roma il nuovo Master in Giornalismo e Comunicazione multimediale, che, in collaborazione con l'Ordine dei Giornalisti offre l'accesso al praticantato e agli esami da giornalista professionista con 11 borse di studio in palio. Alla presentazione, grandi firme ed ex allievi hanno raccontato il giornalismo del futuro. Nonché il direttore ...

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019