Cafà (Fonarcom): "Terza via della contrattazione obbligatoria"

sindacato

Cafà (Fonarcom): "Terza via della contrattazione obbligatoria"

Bene accordo interconfederale Cifa-Confsal

Il presidente del fondo interprofessionale al Forum Tutto Lavoro

04.12.2019 - 15:17

0

Roma, 27 nov. (Labitalia) - "Credo che la 'terzia via' della contrattazione sia una strada quasi obbligatoria che devono percorrere imprese e lavoratori che si avviano verso la società digitale. Il digitale è una grande opportunità, ma il mercato del lavoro nell'ambito del digitale richiede competenze alte e trasversali. Noi con questa 'terza via', con questo accordo interconfederale che abbiamo sottoscritto nei giorni scorsi, abbiamo voluto creare un nuovo modello di relazioni industriali che servirà a superare in futuro quella che è stata fino ad oggi la logica del conflitto tra datore di lavoro e lavoratore". Così, con Adnkronos/Labitalia, Andrea Cafà, presidente del fondo interprofessionale Fonarcom, commenta, a margine del VII Forum Tutto Lavoro 2019 in corso a Roma e organizzato da Wolters Kluwer, l'accordo interconfederale siglato da Cifa e Confsal.

Per Cafà, 'la strada' da seguire è quella di un nuovo rapporto tra datori e lavoratori. "Noi crediamo -spiega- che datore di lavoro e lavoratore devono camminare insieme, hanno lo stesso obiettivo e il lavoratore deve partecipare attivamente all'attività dell'impresa". "Insieme devono darsi degli obiettivi, insieme devono creare la giusta flessibilità che serve per raggiungerli, quindi programmare la produttività ma anche i premi di produttività. Per l'azienda ci saranno più utili, per il lavoratore più produttività", sottolinea.

Particolare attenzione, per Cafà, deve essere data alla conciliazione dei tempi di vita-lavoro. "Non deve mancare il welfare, che è una misura importantissima che serve al lavoratore che serve per conciliare i tempi della vita professionale con quella familiare. E poi la formazione, che è al centro del nostro 'modello' di mercato del lavoro, che è molto attento alle competenze". "Parliamo -aggiunge- di una forte relazione con il mondo dell'istruzione che a nostro avviso non può più stare fuori dal mercato del lavoro. Deve entrare a pieno titolo nel mercato del lavoro, dobbiamo permettere che le imprese che vogliono fare innovazione e andare verso il digitale abbiano la scuola e le competenze necessarie a disposizione", conclude.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Dissidenti M5s, Conte: "Non sono preoccupato da cambi di casacca, maggioranza coesa"

Dissidenti M5s, Conte: "Non sono preoccupato da cambi di casacca, maggioranza coesa"

(Agenzia Vista) Bruxelles, 12 dicembre 2019 Dissidenti M5s, Conte: "Non sono preoccupato da cambi di casacca, maggioranza coesa" "Non sono preoccupato da cambi di casacca, maggioranza coesa". Così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenuto all'ingresso del Consiglio Europeo. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Mes, Conte: "Oggi non si firma nulla, vogliamo migliorarlo ancora"

Mes, Conte: "Oggi non si firma nulla, vogliamo migliorarlo ancora"

(Agenzia Vista) Bruxelles, 12 dicembre 2019 Mes, Conte: "Oggi non si firma nulla, vogliamo migliorarlo ancora" "Oggi non si firma nulla, vogliamo migliorarlo ancora". Così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenuto all'ingresso del Consiglio Europeo. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Algeria, urne aperte per le presidenziali del dopo Bouteflika

Algeria, urne aperte per le presidenziali del dopo Bouteflika

Roma, 12 dic. (askanews) - Urne aperte in Algeria per eleggere un nuovo presidente, ma il movimento di opposizione Hirak, affermatosi negli ultimi nove mesi con le manifestazioni di piazza che lo scorso aprile hanno portato alle dimissioni del presidente Abdelaziz Bouteflika, ritiene che le consultazioni non servano ad altro che a riabilitare "il sistema" al potere nel Paese dall'indipendenza, ...

 
La transumanza patrimonio Unesco: ecco perché è importante

La transumanza patrimonio Unesco: ecco perché è importante

Roma, 12 dic. (askanews) - Settembre, andiamo, è tempo di migrare cantava D'Annunzio. E la transumanza, la migrazione delle greggi, è diventata patrimonio immateriale dell'umanità, iscritta sulla lista Unesco. L'importanza di questa decisione ce la spiega il professor Fabio Pilla, che in Molise da tre anni ha varato con allevatori e pastori l'associazione culturale Transumando. "E' una delle ...

 
Uomini e donne, chi è Sara la nuova tronista: bellissima assistente di volo sconosciuta al mondo della tv

Tv

Uomini e donne, chi è Sara la nuova tronista: bellissima assistente di volo sconosciuta al mondo della tv

Si chiama Sara ed il mondo dello spettacolo non la conosce, mal a tv si abituerà presto alla sua presenza. Sara Amira è di Rieti e vive a Roma ed è la nuova tronista di ...

12.12.2019

Trio Bobo di Elio e le storie tese a Officina Klee

Cavriglia

Trio Bobo di Elio e le storie tese a Officina Klee

Jazz, rock, blues, progressive, funk e anche un po’ di discomusic e ritmi africani: è il mix del sound del Trio Bobo. I celebri strumentisti della band Elio e le Storie ...

12.12.2019

Chiara Francini ospite al Passioni Festival

Arezzo

Chiara Francini ospite al Passioni Festival

Chiara Francini ha talenti per ogni palcoscenico. Televisione, cinema, teatro. Da qualche tempo si cimenta – con successo – nello scrivere romanzi. Nata a Firenze, laureata ...

12.12.2019