Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ristorante Ambrosia, a Cortona tradizione e innovazione si fondono nella cucina di chef Matteo Sciarri 

Contenuto sponsorizzato

  • a
  • a
  • a

CORTONA – Nella mitologia l’ambrosia è il cibo o la bevanda degli Dei, si legge sul sito nella nota introduttiva che racconta come Matteo Sciarri abbia dato vita al Ristorante Ambrosia. “Proprio da questo ho preso l'ispirazione per dare il nome al mio ristorante - spiega il suo creatore introducendo nel suo mondo - vorrei che i miei clienti mangiando le pietanze da me cucinate ed ideate, in un locale con atmosfera unica nel suo genere e accompagnati dal suono dell'acqua che scorre alle loro spalle e termina nella vasca etrusca, si sentissero un po’ speciali, quasi degli dei”. Cura di ogni dettaglio, massima attenzione in cucina e fuori, onore alla tradizione senza però smettere di innovare. Questi i cardini su cui si fonda la cucina di Matteo Sciarri, chef nato e cresciuto a Cortona, che non poteva che scegliere la sua terra per la sua avventura imprenditoriale iniziata nel 2011 dopo aver lavorato alla Corte di chef stellati in giro per il centro Italia. La sua passione per la cucina è nata quando era giovanissimo e in essa ha deciso fin da subito di investire i suoi studi frequentando l'istituto alberghiero di Assisi prima e la Scuola Alma di Gualtiero Marchesi a Parma poi.

Il ristorante Ambrosia è un luogo che coniuga tradizione e innovazione, fin dalla costruzione del locale nel quale ha riportato alla luce elementi nascosti dal tempo (degli archi, un pozzo, una splendida parete di roccia con un corso d'acqua piovana naturale…) che si incastrano con materiali e design moderno per assicurare all'ambiente un colpo d'occhio eccezionale. Il connubio tra tradizione e innovazione ha guidato anche la scelta del menù diviso in tre parti, una con preparazioni tipiche legate al territorio, una con proposte di pesce e un'altra con le preparazioni frutto di tutti gli ingredienti che non possono mai mancare in un cuoco fantasia, gusto, novità e provocazione. “io penso che sia dovere di ogni cuoco saper preparare piatti che fanno parte del contesto in cui si è nati e cresciuti in modo da poter tramandare le tradizioni culinarie passate fino a noi, ma allo stesso tempo di sperimentare evoluzioni su queste basi. Un piatto classico con un piccolo tocco di fantasia diventa un piatto unico nel suo genere che solo in quel ristorante potrai trovare cucinato in quel modo secondo la fantasia di quello chef”. Parola di Matteo Sciarri. Il ristorante vi aspetta tutti i giorni a Cortona in via Dardano, tranne il lunedì.

Venerdì, sabato e domenica c’è la possibilità di cenare all’aperto, sotto le stelle, mentre la domenica il locale è aperto anche a pranzo.