Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Elezioni 2020, il centrosinistra lavora su Angiolo Agnolucci per il Comune di Arezzo

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Prime indiscrezioni sui nomi di chi correrà alle elezioni Amministrative di Arezzo nel 2020. Nomi per i quali si lavora ancora sotto traccia, in realtà, ma che dopo l'estate stanno rimbalzando tra primi contatti, incontri ancora poco formali e scelte altalenanti. Di fatto, la sfida alle urne del prossimo anno sta però già sfoderando i primi personaggi di spicco. Partendo dal Pd, i veri avversari del sindaco Ghinelli - che punterà come annunciato al bis - e che proprio in questi giorni stanno chiudendo la pratica della segreteria provinciale, che formalmente avverrà con l'assemblea di ottobre. Il partito aveva puntato sul nome del dottor Michele De Angelis, primario di Urologia all'ospedale San Donato di Arezzo. Nome circolato le scorse settimane. Ma l'ipotesi della sua candidatura sarebbe tramontata prima di fiorire. Subito rimpiazzato e sempre da un altro esponente di spicco della sanità aretina: il dottor Angiolo Agnolucci, che nella Asl ha diretto l'Endoscopia digestiva del San Donato (in pensione da fine 2018). Il lavoro del Partito Democratico, e del resto del centrosinistra, seppur appena in fase iniziale, si starebbe quindi concentrando su di lui, volto noto e stimato in città, medico ma anche ex presidente dell'Istituzione Giostra del Saracino, così come dell'Avad (associazione volontari assistenza domiciliare). Due motivi per essere il candidato giusto: vita più libera dopo lo stop all'attività ospedaliera, ma soprattutto ovviamente ferrato nel tema sanità che, sempre più, sembra diventare appunto il “tema dei temi” della sfida alle urne della prossima primavera. Un bel personaggio dunque da collocare nel centrosinistra per sfidare Ghinelli alla riconquista di Palazzo Cavallo. L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA SABATO 21 SETTEMBRE 2019