Sergio Casagrande in bianco e nero

LAPIS

L'Italia non è più un Paese per gli italiani

17.06.2017 - 13:05

1

Il nostro titolo è provocatorio, ma non è razzistico. Non intendiamo infatti porre l’accento sull’italianità, intesa dal più crudo punto di vista patriottico o nazionalistico, di chi è nato in Italia. Ma vogliamo estendere l’attenzione sugli italiani in generale, su tutti quelli cioè che vivono (e sopravvivono) nel nostro Paese e che per tali condizioni vengono individuati con il termine “residenti”.

L’Istat li ha fotografati proprio in questi giorni, scoprendo che continuano a diminuire. Anche lo scorso anno il saldo è stato negativo. Facendo cioè la somma delle natalità con gli arrivi dall’estero e sottraendo il tutto alle morti e alle partenze, la popolazione italiana, nell’arco di un solo anno è scesa a 60.589.445 unità, perdendo d’un colpo 76.106 residenti.


In particolare le culle continuano a restare vuote lasciando le cicogne a terra, mentre gli arrivi degli stranieri, o meglio, gli stranieri che arrivano e che scelgono di restare, diminuiscono. E, sul contraltare, aumentano le partenze: gli italiani ex residenti; quelli che se ne vanno altrove, per intenderci.
In appena 12 mesi è come se fosse scomparsa dalla nostra carta geografica e demografica un’intera città delle dimensioni di Caserta.


Il quadro, insomma, è impietoso. E quello che lascia esterrefatti è che nessuno, della nostra classe politica - quella che dovrebbe dirigere il Paese -, si pone il problema come una priorità. Eppure è il segnale più lampante di qual è la situazione che sta vivendo attualmente l’Italia.


L’Italia non è più un Paese per gli italiani. Perché, dopo anni di crescita e di benessere (che, anche se a volte molto contenuto, c’è stato), ora, chi può fugge. Chi non può resta, ma stringe i denti e la cinta. E rinuncia anche a far crescere la sua famiglia; quando magari riesce, a fatica, a formarne una.

Fino a ieri ci consolavamo con il fatto che gli arrivi degli stranieri avrebbero salvato il progresso del Paese. Ma oggi non è più così. E presto, di questo andamento demografico negativo, ne risentiranno pesantemente anche settori come quelli previdenza e del sostegno sociale che vedranno aggravare la già loro precaria situazione generale.


Calo delle nascite e crescita dell’emigrazione sono fenomeni così strettamente legati a tutte quelle altre crisi (economica, occupazionale e del welfare) che, per sperare in una soluzione, ci vorrebbe un grande piano per rifondare l’intero Paese. E, invece, in troppi continuano a guardare il secchio che perde acqua da tutte le parti agitando le braccia, ma senza muovere un dito.

Lo ius soli, poi, di cui si parla in questi giorni, se approvato finirà per falsare le rilevazioni Istat del futuro (si calcolano almeno 400mila residenti in più in un solo colpo dalla “conversioni” di chi oggi è già in Italia ma non è ancora considerato cittadino italiano), ma non risolverà di certo il nocciolo del problema.


Sergio Casagrande
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

Più letti oggi

Mediagallery

Terra dei Fuochi, Costa: "Situazione che non posso risolvere da solo, dobbiamo farlo tutti insieme"

Terra dei Fuochi, Costa: "Situazione che non posso risolvere da solo, dobbiamo farlo tutti insieme"

(Agenzia Vista) Campania, 22 settembre 2019 Terra dei Fuochi, Costa: "Situazione che non posso risolvere da solo, dobbiamo farlo tutti insieme" "Terra dei Fuochi situazione che non posso risolvere da solo, dobbiamo farlo tutti insieme". Così il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, intervenuto in diretta su Facebook. /courtsey Facebook Sergio Costa Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Meloni: "Renzi e' campione mondiale di faccia di bronzo"

Meloni: "Renzi e' campione mondiale di faccia di bronzo"

(Agenzia Vista) Roma, 22 settembre 2019 Meloni Renzi e' campione mondiale di faccia di bronzo La giornata conclusiva della kermesse Atreju, organizzato da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Tanti interventi sul palco della manifestazione, prima della consueta chiusura di Giorgia Meloni. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Meloni: "Se Governo riceve ceffone dalle regionali iniziera' a traballare"

Meloni: "Se Governo riceve ceffone dalle regionali iniziera' a traballare"

(Agenzia Vista) Roma, 22 settembre 2019 21-09-19 Meloni se Governo riceve ceffone dalle regionali iniziera' a traballare La giornata conclusiva della kermesse Atreju, organizzato da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Tanti interventi sul palco della manifestazione, prima della consueta chiusura di Giorgia Meloni. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Centro-destra, Meloni: "Basta poligamie o ambiguità"

Centro-destra, Meloni: "Basta poligamie o ambiguità"

(Agenzia Vista) Roma, 22 settembre 2019 21-09-19 Centro-destra, Meloni basta poligamie o ambiguita' La giornata conclusiva della kermesse Atreju, organizzato da Fratelli d'Italia e Gioventù Nazionale. Tanti interventi sul palco della manifestazione, prima della consueta chiusura di Giorgia Meloni. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019