Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ghinelli: "Elezioni Regionali 2020? Sono a disposizione per candidarmi"

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

"La politica regionale sui rifiuti, sulla sanità, sulla cultura è totalmente inesistente, tanto da richiedere un cambiamento radicale. E se per il cambio di guida servono figure di riferimento specifiche, il sindaco di Arezzo non si tira indietro”. Parola di Alessandro Ghinelli, che a un anno da quella che potrebbe essere una scadenza elettorale a tre (contando di certo Comune capoluogo e Regione Toscana, ma mettendoci in mezzo il non tanto improbabile ritorno alle urne per il Parlamento) mette sul tavolo in totale apertura la sua disponibilità. Una “candidabilità” bifronte. Che non rinnega la voglia di restare alla guida della città che lo ha visto ottenere ampi consensi nella quasi totalità, ormai, del suo primo mandato (quattro anni su cinque), ma anche per andare al di là dell'Arno, per approdare in quella posizione oggi occupata da Enrico Rossi ma che, nel 2020, necessariamente lascerà (per fine secondo mandato). Regionali, quindi, non solo elezioni Amministrative nel futuro di Alessandro Ghinelli. “Non è una manifestazione di interesse mia, è mettermi a disposizione per il bene della comunità. E' disponibilità per la mia gente. Se avrò fatto il mio dovere, rispettato le linee del mio programma, a fine mandato ci arriverò con l'etichetta di bravo sindaco. Ma sono a disposizione, se mi venisse chiesto, anche per guidare la Regione Toscana”. SERVIZIO INTEGRALE SUL CORRIERE IN EDICOLA SABATO 1 GIUGNO 2019.