Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Raro Festival: c'è la Traviata “degli specchi”

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

All'Arezzo Raro Festival arriva la Traviata "degli specchi". Si veste di magia lo strepitoso Anfiteatro Romano per ospitare venerdì 26 luglio e domenica 28 luglio 2019 alle ore 21.00 una delle più celebri opere di Giuseppe Verdi. Il maestro Donato Renzetti dirige la Filarmonica Gioachino Rossini e un cast dove figurano: Irina Dubrovskaya (Violetta), Alessandro Liberatore (Alfredo Germont), Mario Cassi (Giorgio Germont), Mariangela De Vita (Annina). Regia e luci Henning Brockhaus, coreografie Valentina Escobar, scene Josef Svoboda, ricostruzione scenografica Benito Leonori, costumi Giancarlo Colis. Allestimento dell'Associazione Arena Sferisterio Macerata e della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, riproduzione scene in scala ridotta Fondazione Pergolesi Spontini. La Traviata che va in scena ad Arezzo propone un allestimento particolarissimo e originale, noto come "degli specchi" che, realizzato nel 1992 dall'Associazione Arena Sferisterio di Macerata e dalla Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, è ormai un classico che ha ricevuto apprezzamenti in tutto il mondo. Il tempo dell'azione è collocato intorno al 1900, i costumi sono ispirati alla pittura di Giovanni Boldini. Spettacolare la scenografia giocata con un enorme specchio che riflette l'azione scenica. Le singole scene sono invece dipinte su grandi teli poste a terra come enormi tappeti sopra i quali si muovono gli attori. Questa mescolanza tra pittura e realtà crea un caleidoscopio di suggestioni e, quando alla fine non ci saranno più immagini e il pavimento rimarrà desolatamente nudo, vorrà dire che il tempo delle illusioni è finito. Con un colpo di scena finale, lo specchio catapulterà il pubblico nell'azione, confondendo vittima e colpevole. Oltre alla replica di Traviata che il 28 luglio chiuderà il Raro Festival, tra gli appuntamenti ancora in programma, sabato 27 luglio, alle ore 21 al Teatro Petrarca, “L'arte dell'incontro”, un concerto dedicato a Maurizio Fabrizio. I biglietti sono in prevendita presso OFFICINE DELLA CULTURA (via Trasimeno 16, Arezzo; tel 338 8431111 - [email protected]), oppure online su TICKETONE www.ticketone.it. Informazioni www.fondazioneguidodarezzo.com; www.arezzorarofestival.com