Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sudwave Festival , la seconda giornata

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

“Un festival più verde”: questo il titolo dell'incontro di venerdì 8 novembre, alle ore 15 al Circolo Artistico, per il secondo giorno di Arezzo Sudwave Festival & Convention. Il festival si inserisce di diritto tra i grandi eventi musicali europei, insieme ai rappresentanti delle celebri rassegne italiane si discuterà delle linee da seguire per la realizzazione di un festival che sia più eco-compatibile possibile con l'ambiente circostante. Continua in giornata anche la musica suonata: in serata al Rock Heat è tempo di Ganges, Stella, Bugo e Romina Falconi; dal pomeriggio si parte invece con le prime 10 band del marchio di fabbrica di casa, l'Arezzo Wave Contest. Dopo l'anteprima del giovedì, spazio anche ai momenti di Convention: dalle 12 (sempre al Circolo Artistico) sarà raccontata l'esperienza della Fondazione Arezzo Wave al Giffoni Film Festival, con un contributo video di Claudio Gubitosi, direttore del festival di cinema più in voga tra i ragazzi. Grande attesa per l'incontro delle 15, appunto: interverrà Linnea E. Svensson di Go Group, Green Operations Europe, sezione di Yourope, la federazione dei festival rock europei in collaborazione con la Bucks University del Regno Unito. All'ordine del giorno i criteri che distinguono i festival più attenti all'ambiente in Europa, le migliori pratiche per un festival eco sostenibile: a seguire appuntamento con il case history del Jova Beach Party, grazie alla presenza di Trident, che esporrà numeri e risultati raggiunti; in evidenza anche le testimonianze dei maggiori festival italiani, come Collisioni Festival, Primo Maggio, Umbria Jazz e Festambiente. Non può mancare la musica di qualità: alle ore 21 sul palco del Rock Heat (via Galvani, 32), prima serata di nuove proposte a firma internazionale, con la spagnola Ganges e la promessa greca Stella, affiancati dalle novità italiane, come Romina Falconi, autrice di un fresco dance pop, e Bugo, peculiare cantautore lo-fi. Al Teatro Virginian, dalle 14.30 alle 19, pomeriggio dedicato alla musica emergente: sul palco si alterneranno le prime 10 band che partecipano all'Arezzo Wave Contest. Si replicherà sabato 9, ricco il premio in palio: la Fondazione, infatti, grazie alla vincita del bando indetto da Nuovo IMAIE, che da sempre ha come principio fondamentale la tutela e la valorizzazione degli artisti emergenti, mette a disposizione più di 6 mila euro alla band vincitrice del contest più altri 15 mila al management della band, destinati ad un tour musicale lungo tutta la penisola italiana di 8 date. Durante tutto il pomeriggio, presente al fianco dei giovani talenti ci sarà l'etichetta Mescal, che dispenserà consigli per inseguire una carriera di successo. Sudwave Festival & Convention proseguirà fino al 10 novembre: il marketing della musica in primo piano, con il workshop per costruire insieme la migliore strategia digital nella comunicazione dello spettacolo, analizzando i case studies degli artisti in gara nell'ultimo Sanremo; imperdibile lo showcase di Nathalie allo spazio Sugar. Ancora musica con le ultime dieci band in gara per Arezzo Wave Contest e gli artisti internazionali come i Gato Prieto e la dj La Colere, accompagnati dagli italiani Pianista Indie e Tommaso Dugato. Fari puntati sull'intervista musicale di sabato a Giuliano Sangiorgi, voce dei Negramaro e grande amico del festival. Domenica grande chiusura con il live dei ragazzi che hanno partecipato a Woodstock Wave 50, il corso di vocal coaching coordinato da Spazio Seme, dove i sei giovani talenti porteranno sul palco i più grandi successi del festival che cambiò la storia della musica.