Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Casa Museo Ivan Bruschi, nuovi percorsi didattici

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

La Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da Banca Etruria, mercoledì 7 ottobre organizza un pomeriggio di presentazione dei NUOVI PERCORSI DIDATTICI, l'evento avrà inizio alle 17,00 presso la Casa Museo di Ivan Bruschi, in Corso Italia ad Arezzo, e sono invitati a partecipare tutti gli insegnanti, da quelli delle scuole dell'infanzia a quelli delle scuole superiori, associazioni, singoli genitori. Quello dei percorsi didattici è un progetto che la Casa Museo porta avanti già da alcuni anni con eventi organizzati su misura per i più piccoli, con visite guidate e percorsi specifici all'interno del trecentesco palazzo custode della  collezione creata dall'antiquario aretino Ivan Bruschi, con lo scopo di rendere il Museo uno strumento ed un aiuto per la loro crescita umana nella conoscenza della storia, dell'arte e dell'antiquariato, così che possano divenire persone che sappiano vivere con l'arte, che ne conoscano i meccanismi di fruizione, ne ricostruiscano le intenzioni, ne inquadrino funzioni e contesti. L'offerta formativa e i percorsi proposti sono tanti e di vario genere, comprendono, inoltre, un'ampia fascia di età, dai 4 ai 18 anni, dagli alunni delle scuole dell'infanzia agli studenti delle scuole superiori ed ognuno con un tema conduttore specifico: dalla scienza, all'archeologia, alla storia, alla letteratura, alla storia dell'arte, a seconda dell'età e degli interessi, questo grazie alla varietà e particolarità dei numerosi oggetti presenti nella collezione Bruschi che vanta un percorso storico che va dalla preistoria ai primi del ‘900. Inoltre ogni visita si conclude con laboratori creativi incentrati sul tema scelto per il percorso ai quali, in alcuni casi, insieme agli operatori del museo, parteciperanno degli attori del gruppo teatrale Noidellescarpediverse, come Samuele Boncompagni, in altri professori delle materie sopra indicate, come il Dott. Lucio Milani, esperto nel settore dell'archeologia e che da tempo collabora con la Fondazione e con il quale è stato ideato il percorso “Fuoco e colori della preistoria” grazie al quale i visitatori potranno conoscere usi e costumi dell'uomo di Neanderthal.  Da quest'anno, grazie anche del nuovo Museo dedicato al collezionismo nazionale, il MUNACS, diretto da Alain Borghini, è stato ideato un percorso dedicato alla prima Guerra Mondiale, “ Di che reggimento siete fratelli? – Memorie dal fronte italiano della Grande Guerra”, creato in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale '15-'18, una ricerca letteraria e storica cucita in una drammaturgia che restituisce, attraverso le parole di protagonisti e testimoni, sensazioni e immagini di quegli eventi. Oltre ai laboratori già proposti, quest'anno si aggiungono alla vasta scelta offerta dalla Fondazione altri due nuovi percorsi didattici: “Prendi l'arte….farla parlare”, in questo percorso formativo verranno mostrate agli alunni alcune delle opere più importanti e significative della collezione Bruschi che “prenderanno voce e si racconteranno” grazie alla partecipazione di un operatore teatrale, l'obiettivo è che gli alunni, divisi in gruppi,  scrivano un breve racconto/monologo/scena teatrale prendendo spunto da un'opera d'arte della Casa Museo Ivan Bruschi. Il progetto, inoltre, prevede di lavorare con gli studenti sia durante gli incontri con i nostri operatori sia autonomamente con i docenti in classe, questa la grande novità, perché il percorso didattico non si limita alla struttura museale ma comprende un ulteriore lavoro a scuola, un vero momento didattico dove scuole e museo interagiscano in modo complementare sull'esperienza formativa dell'alunno. L'altro nuovo percorso è “Nutrirsi a regola d'arte nel Mondo Antico”, creato dalla Fondazione per rendere omaggio all'anno dell'Expo di Mileno e grazie al quale gli studenti potranno conoscere gli usi e i costumi degli antichi nel modo di apparecchiare le mense e scoprire le loro abitudini culinarie. Ricordiamo, inoltre, a tutte le famiglie che il penultimo sabato di ogni mese la Casa Museo organizza la giornata “Un Museo a misura di bambino” dove, di volta in volta, verranno proposti diversi  percorsi didattici ai quali ci si può iscrivere singolarmente e che è possibile organizzare anche feste di compleanno all'interno della struttura museale che prevedono un percorso didattico a scelta tra i tanti proposti per concludersi sempre con laboratori creativi e una merenda, il tutto in sale appositamente predisposte, dando così vita ad una festa del tutto originale. L'ingresso alla presentazione è libero e comprende una visita alla Casa Museo.