Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Figc ha deciso: anche la serie C torna in campo. Si chiudono i campionati dilettanti

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Si ricomincia. Almeno secondo quelle che sono le decisioni del Consiglio Federale che si è chiuso nella giornata di mercoledì 20 maggio. La serie A, B e C tornano in campo. E quindi anche l'Arezzo si prepara, ma deve arrivare l'ok del Governo, a ripartire. C'è tempo fino al 20 agosto per completare i tornei e la stagione 2019-2020 si chiuderà il 31 agosto. Lo si legge in una comunicato della Figc. Precedentemente al riavvio dell'attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l'esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Si chiudono invece tutti i campionati dilettanti.Al Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, che si terrà venerdì 22 maggio, spetterà  il compito di formulare delle proposte al riguardo da presentare poi al Consiglio della Figc. «È una decisione adottata nel rispetto del superiore interesse della tutela della salute di tutti i soggetti che a vario titolo prendono parte alle nostre competizioni - ha dichiarato il presidente della Lnd Cosimo Sibilia -. La peculiarità del mondo dilettantistico rende estremamente complicato ipotizzare, pur volendolo immaginare, uno slittamento del termine della stagione oltre il 30 giugno, come stabilito invece per i professionisti la cui scadenza è stata prorogata al 31 agosto, per concludere le rispettive attività entro il 20 dello stesso mese».