Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Capuano: "Mi vuole una società importante, ma prima l'Arezzo"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Lo svela alla fine della conferenza stampa del pre Pavia che si gioca domenica 8 marzo alle 16. Capuano dice: "Voglio essere sincero fino in fondo e vi dico che ho delle richieste per la prossima stagione (vedi video). Una in particolare arriva una società molto importante. Ma io penso all'Arezzo. Come ho sempre fatto". Nonostante che il presidente Ferretti abbia confermato l'allenatore, ancora però non è arrivata la firma sul contratto. Come mai? "Questo non dovete chiederlo a me, ma a Ferretti", risponde Capuano che continua: "Io non credo che ci saranno problemi. La firma sarà solo una formalità, però vi dico che ho delle richieste". L'inizio della conferenza stampa era stato dedicato invece alle condizioni della squadra. "Non ci sarà Cucciniello, Bonvissuto come sapete e forse anche Sabatino che non sta troppo bene". In avanti giocherà Yaisien e l'altro chi sarà? "Devo scegliere, potrebbe essere Montini. Come l'ho visto in queste settimane? Montini è un ragazzo straordinario, è solo che quando è in campo ha delle fasi amnesiache. Giocherà se mi darà garanzie, come faccio per tutti. Perchè io faccio l'allenatore e non l'assistente sociale e voglio vincere". L'allenatore amaranto parla anche delle penalizzazioni che arriveranno al Novara (quattro punti addirittura) e al Monza. "Posso solo dire che fino a che ci sarà Capuano all'Arezzo insieme al presidente Ferretti, l'Arezzo non avrà penalizzazioni. Nè quest'anno, nè l'anno prossimo". E dunque con queste penalizzazioni la quota salvezza potrebbe abbassarsi? "Forse potrebbero bastare 42 punti".