Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Zinci: "La Covisoc dà l'ok ai bilanci dell'Arezzo"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Adriano Ciardullo non perde tempo e il primo giorno dopo il rientro dalle vacanze lo dedica ai colloqui con Capuano. C'è anche l'allenatore amaranto in sede. In realtà lui a parte qualche sortita a casa, praticamente non si è mai mosso da Arezzo. Guarda, scruta il mercato senza fretta. Anche se nei prossimi giorni ci potrebbe essere un'accellerata. Forse già stasera l'Arezzo potrebbe ufficializzare i primi due acquisti. Vale a dire il portiere, che è Fortunato e che praticamente aspettava di firmare prima di essere ufficializzato e un centrocampista che quest'anno ha giocato in B. Difficile riuscire a capire chi potrebbe essere, ma sembra che non sia uno qualunque. Intanto martedì 9 giugno Ciardullo e Capuano sono a vedere le finali del campionato Primavera a Genova. Un viaggio che potrebbe servire anche per chiudere proprio il primo colpo di mercato dopo quello del portiere. L'Arezzo sta costruendo da zero sia la prima squadra che il settore giovanile, a proposito del quale ancora non è stato scelto il sostituto di Sussi. L'allenatore della Berretti e l'Arezzo si sono lasciati per una questione economica e per il momento non ci sono novità su chi guiderà la Berretti. Intanto si lavora anche in società. Il segretario Gianluca Zinci, fa sapere che “l'Arezzo ha già adempiuto alla prima scadenza. Quella dell'11 giugno, cioè di giovedì. La società ha presentato alla Covisoc i bilanci e questa ha già dato l'ok. Un passaggio importante per dare il via all'iscrizione del campionato”. Iscrizione che dovrà essere presentata il 30 di giugno. “Ma non solo - dice ancora Zinci - sono già stati saldati gli stipendi del mese di aprile. Siamo in regola su tutto, nonostante che in giro si sentano tante, troppe voci”. E in merito a questo, l'Arezzo smentisce l'articolo apparso il 9 giugno sul Corriere dello Sport dove la società amaranto, secondo il redattore Leondino Pescatore, è stata elencata insieme ad altre 19 società, a forte rischio di iscrizione. La società intende smentire categoricamente tali affermazioni. "L'Us Arezzo ha già saldato gli stipendi di aprile, senza aspettare le scadenze, ha già presentato alla Covisoc i bilanci e questa ha già dato l'ok. La società crede che tali affermazioni, oltre ad essere prive di fondamento, vogliano solamente destabilizzare un ambiente sano e pulito come quello amaranto". LEGGI ANCHE: Ferretti vuole vendere l'Arezzo?