Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo e Vasari: verso la fusione tra le due società

Esplora:

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Arezzo Rugby e Vasari Rugby trovano un primo accordo per la gestione dell'impianto di via dell'Acropoli e gettano le basi per la fusione in un'unica società. Questo importante avvicinamento è avvenuto al termine di una lunga riunione in Comune tra le due società, a cui erano presenti anche l'assessore allo sport Lucia Tanti e il funzionario dell'Ufficio Sport Anna Lisa Biagini. Il fulcro della questione, ovviamente, è stato rappresentato dalla comune volontà di superare la fase di stallo legata all'assegnazione dell'impianto cittadino di rugby, che l'amministrazione ha dato in gestione all'Arezzo ma che il Tar ha poi restituito provvisoriamente al Vasari. L'ultima parola spetta ora al Consiglio di Stato che, dopo aver sospeso la sentenza del Tar, martedì 20 ottobre esprimerà l'esito definitivo della questione. In vista di quella data, il presidente dell'Arezzo Francesco Cherubini e il consigliere del Vasari Filippo Falsini si sono incontrati per trovare una soluzione volta a far proseguire l'attività ad entrambe le realtà e ad avviare una collaborazione orientata all'unione in una nuova società. Per il momento, dunque, le due realtà rugbystiche cittadine convivranno nell'impianto di via dell'Acropoli. In seguito alla sentenza del Consiglio di Stato, però, i dirigenti di Arezzo e Vasari inizieranno a progettare i passi futuri in vista di vera e propria unione che coinvolga tutte le squadre, dalle giovanili alla serie B.