Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Savona-Arezzo: più sbadigli che occasioni. Ma è un altro buon pari: 0-0

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

SAVONA (4-3-1-2): Cincilla; Antonelli, Negro, Lebran, Lomolino; Vannucci, Cabeccia, Costantini (30' st Tassi); Gagliardi (43' st Romney); Cocuzza, Virdis. A disposizione: Bonavia, Pinton, Steffè, Corticchia, Clematis, Boggian, Speranza, Pellè. Allenatore: Giancarlo Riolfo. AREZZO (3-5-1-1): Baiocco; Madrigali, Panariello, Milesi; Brumat, Gambadori, Capece, Feola, Masciangelo (15' st Calabrese); Tremolada (35' st Ceria); Bentancourt (3' st Cori). A disposizione: Rosti, De Martino, Monaco, Pugliese, Ferrari, Ceria, Mariani. Allenatore: Ezio Capuano. ARBITRO: Dionisi de L'Aquila (Graziano di Mantova - Lombardo di Sesto San Giovanni). NOTE: Ammoniti Cocuzza, Feola, Negro, Calabrese, Madrigali AREZZO - Finisce 0-0 a Savona il recupero della partita che venne interrotta per l'infortunio dell'arbitro. Una gara certamente non bella, ma che porta nelle tasche dell'Arezzo il quinto risultato utile consecutivo. Come annunciato Capuano sceglie Tremolada e Bentacourt e lascia Cori in panchina. Non succede niente, anzi pochissimo, nel primo tempo. Solo nel finale c'è un brivido per l'Arezzo quando Vannucci dentro l'area conclude sul secondo palo e la palla va fuori. Ancora Savona (43'): Virdis dal fondo prova a tagliare l'area, ma nessuno la spinge in rete. Finisce il primo tempo 0-0. Nella ripresa Capuano fa entrare Cori al posto di Bentancourt. Savona pericoloso dopo dieci minuti con Virdis che scarica fuori dall'area per Vannucci manda alto sopra la traversa. 15': Cocuzza spinge dal limite dell'area, ma la palla va sul fondo. L'Arezzo si fa vedere due volte. Prima con Cori, entrato al posto di Bentancourt e poi con Madrigali che prova a raccogliere un suggerimento di Gambadori. Ma niente da fare. Finisce 0-0 e domenica 15 novembre al Comunale arriva la Lucchese.