Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Botta e risposta tra il consigliere Rossi e il presidente Cherubini

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Botta e risposta tra il consigliere comunale di Oraghinelli Angelo Rossi e il presidente dell'Arezzo Rugby Francesco Cherubini. Angelo Rossi ha fatto un'interrogazione all'assessore allo sport Lucia Tanti: “Dal settembre 2015, il Comune di Arezzo ha affidato la gestione del campo da rugby di via dell'Acropoli a una società che avrebbe dovuto impegnarsi a dare corso a una serie di obbligazioni sottoscritte, dalla promozione dell'attività rugbystica, ovviamente, all'organizzazione di corsi, convegni o seminari mensili e gratuiti. Dalla data di consegna delle chiavi dell'impianto sportivo, sembrerebbe che il nuovo gestore di questi incontri ne abbia realizzato solo uno. Si evidenzierebbero, dunque, gravi inadempienze. Queste ultime sono state raccolte in un esposto che il precedente gestore ha inviato al Comune di Arezzo nel tentativo di dimostrare fondata una richiesta di revoca dell'affidamento. Chiedo perciò, preventivamente, se l'assessore competente Lucia Tanti sia in possesso di tale esposto o di informazioni che confermino le inadempienze ivi descritte. Se sì, chiedo all'assessore se non reputi opportune un'immediata revoca dell'affidamento del campo da rugby di via dell'Acropoli e l'emissione di un nuovo bando”. E non si è fatta attendere la risposta dell'Arezzo Rugby. La società aretina chiarisce innanzitutto come sia improprio parlare di inadempienze dal momento che ancora non è stata stipulata con il Comune di Arezzo la convenzione per l'affidamento della struttura, dunque non sono stati concordati i termini della gestione. Nel frattempo, però, l'Arezzo Rugby era a conoscenza dell'esposto presentato dalla Vasari (società a cui la struttura era stata revocata e che poi ha perso il bando per il riaffido) e, su richiesta dell'amministrazione, ha presentato entro lo scorso 13 luglio tutta la documentazione relativa all'attività della struttura nei primi mesi di gestione, chiarendo il proprio operato e illustrando nel dettaglio ciò che è stato fatto in via dell'Acropoli. «Ringraziamo il consigliere Rossi per averci fornito la possibilità di chiarire la situazione - commenta il presidente dell'Arezzo Rugby Francesco Cherubini. - Semplicemente rivolgendosi all'amministrazione della cui maggioranza fa parte, avrebbe appreso che le "gravi inadempienze" citate nel suo intervento non sussistono dal momento che abbiamo operato come previsto, che ancora non è stata stipulata la convenzione e, soprattutto, che il Comune è già in possesso di tutta la documentazione richiesta».