Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maratonina, tutto pronto per la corsa

default_image

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Conto alla rovescia per la competizione podistica internazionale 18ª Maratonina Città di Arezzo organizzata dall'Unione polisportiva Policiano. Domenica 30 ottobre, 21 chilometri validi anche per i tre campionati italiani vigili del fuoco, medici, consulenti del lavoro. La gara prenderà il via alle 10 da via Giotto in concomitanza con la corsa podistica non competitiva di 8 chilometri e con la competizione podistica di 3 chilometri per mini-runner, nella quale saranno coinvolte le scuole di ogni ordine e grado del territorio. Nel complesso saranno oltre 2.500 le persone che correranno per le strade di Arezzo. L'assessore allo sport Lucia Tanti: “un'iniziativa che fa molto bene alla città. Tutto quello che possiamo fare per dare una mano agli organizzatori lo facciamo. Ci siamo alcuni punti critici come il trasporto del materiale ma già così, grazie alla collaborazione interistituzionale e fra enti pubblici e associazionismo privato gli eventi sportivi funzionano. Sport, scuola, sociale, volontariato, turismo, educazione, mondo delle professioni: la Maratonina unisce tutti questi aspetti. Lo sport si conferma catalizzatore e volano”. Fabio Sinatti della Polisportiva Policiano: “il Kenia è il paese che fornisce il maggior numero di atleti di rango, ma partecipanti arrivano anche da Marocco, Ruanda, Uganda, Romania, Spagna, altri direttamente in auto dalla Germania. Cito tra i tanti: il keniano Rodgers Maiyo, il marocchino Abderrahim El Asri e l'italiano Ahmed El Mazoury. Tra le donne, Caroline Cherono e Gladys Kataron Kiplagat entrambe del Kenia. La caratteristica principale della Maratonina è dunque quella di confermarsi manifestazione di livello con la presenza dei più forti atleti del mondo insieme ai quali, a testimonianza di uno sport che abbatte le barriere, correranno anche un atleta non-vedente reduce dalla maratona di New Jork e uno paraplegico che ha preso parte alle recenti para-olimpiadi”. Il percorso: primo giro con partenza da via Giotto, incrocio semaforo via Signorelli, via Crispi, via Roma, rotonda Guido Monaco, via Guido Monaco, via Garibaldi, via San Lorentino, via Leone Leoni, via Petrarca, rotonda Guido Monaco, stazione, via Spinello, via Guadagnoli, via Giotto, via Erbosa, via degli Accolti, viale Mecenate, via Benedetto da Maiano, rotatoria via Giotto, via Sanzio, via Cagli, via Anconetana, via Trento e Trieste, piazza San Giusto, via delle Gagliarde, via Guadagnoli, via Crispi, via Roma. Secondo giro: via Roma, rotonda Guido Monaco, via Guido Monaco, via Garibaldi, via San Lorentino, via Leone Leoni, via Petrarca, rotonda Guido Monaco, stazione, via Spinello, via Guadagnoli, via Giotto, via Erbosa, via degli Accolti, viale Mecenate, via Benedetto da Maiano, rotatoria via Giotto, via Sanzio, via Cagli, via Anconetana verso La Pace, via Giovanni Severi, via Catastini, via Lazzerini, via della Regghia, via Salmi, via de Vita, via Alessi, via Anconetana, via Trento Trieste, piazza San Giusto, via delle Gagliarde, via Guadagnoli, via Crispi, arrivo in via Roma.