Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Arezzo verso il derby con il Vasari Arco

Esplora:

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

La collaborazione tra Arezzo Rugby e Città di Castello Rugby sta portando i suoi primi, importanti, risultati. Le due società hanno avviato un percorso di condivisione di giocatori e tecnici che ha portato alla nascita della franchigia giovanile dei Centauri, un progetto volto al confronto e all'incontro tra i due movimenti rugbystici che finora si è rivelato particolarmente positivo. I segnali più evidenti della bontà di questa sinergia stanno arrivando dai ragazzi dell'Under16 che, allenati da Dario Senesi, hanno vinto per 41-0 l'ultima partita giocata sul campo del Gubbio Rugby e hanno festeggiato un bel successo che rende merito al bel gioco dimostrato da tutti i reparti della squadra. Questo risultato ha permesso ai Centauri di salire fino al quarto posto del campionato regionale tosco-umbro, superando il Vasari Arco e assestandosi alle spalle solo delle grandi società di Firenze e di Prato; nel prossimo turno, in programma domenica 11 dicembre, l'Under16 cercherà di consolidarsi in classifica sfidando il fanalino di coda Terni Rugby. Nell'occasione saranno presentate anche le nuove maglie di cui nei prossimi mesi si vestiranno le formazioni della franchigia di Arezzo e Città di Castello, e che sono state ideate per rappresentare i colori di entrambe le società: amaranto, azzurro e bianco. Oltre all'Under16, i Centauri sono presenti anche nel campionato regionale Under18 dove occupano il quarto posto della classifica. Archiviata la sconfitta per 15-8 contro il forte Cus Siena, la squadra ha rivolto i propri sforzi verso l'incontro di domenica 11 quando, alle 12.30, giocherà sul campo di Città di Castello il sentito derby contro il Vasari Arco. «La collaborazione tra Arezzo e Città di Castello - commenta Senesi, - è stata recentemente estesa anche all'Under14 e si sta rivelando particolarmente positiva. La totale condivisione di obiettivi e di risorse rappresenta la strategia per rinforzare i settori giovanili di entrambe le società e per gettare le basi per un lavoro di crescita comune che continuerà sicuramente anche nelle prossime stagioni».