Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tre aretini in azzurro per il Sei Nazioni

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Cresce il rugby toscano. Cresce numericamente, la Toscana è una delle prime regioni come incremento di iscritti al rugby, e di conseguenza cresce la qualità dei giocatori e dei tecnici, grazie all'impegno del comitato regionale toscano e delle sedute di allenamento che organizza in tutta la regione per formare i tecnici e selezionare atleti. Questo porta a grandi risultati sportivi che diventano ancora più importanti quando si parla di Nazionale. La Nazionale Under 20 guidata da Fabio Roselli e Andrea Moretti sta per affrontare il Sei Nazioni di categoria con esordio a Gorizia, venerdì 2 febbraio alle ore 19. Gli azzurri incontreranno l'Inghilterra, Campioni in carica e vice-campioni del mondo U20. La Toscana è ben rappresentata in questa Nazionale, sono ben 5 i rugbisti presenti tra i selezionati. E di questi cinque tre sono aretini, provenienti dal Vasari Rugby. Giorni fa era stata annunciata la convocazione di Jacopo Bianchi e Michele Mancini Parri, ormai in formazione stabile, a loro si aggiunge Leonardo Mariottini, attualmente in Accademia FIR. Per il Vasari Rugby questa è un'altra dimostrazione che la qualità del lavoro fatto nelle giovanili porta a sviluppare veri talenti che hanno ancora molta strada da fare, trattandosi di ragazzi con meno di vent'anni. Mentre Jacopo Bianchi ha già trovato nelle Fiamme Oro la sua collocazione, Mancini Parri e Mariottini sono in Accademia, e questo Sei Nazioni sarà certamente una grande occasione per mettersi in mostra. L'importanza della formazione sportiva e della disciplina, oltre che della fatica quotidiana, vale anche per altri atleti di provenienza Vasari come Andrea Chianucci, Alessandro Cocchi e Francesco Micheli, e siamo convinti sarà utile a molti altri rugbisti delle nostre giovanili. Non manca poi ai nostri Nazionali il senso di appartenenza alla Società dalla quale provengono ed è frequente incontrarli in occasione delle partite di Serie B, sia in casa che fuori, per fare il tifo per quelli che sono stati i loro compagni di squadra al Vasari, o incontrarli sui campi di allenamento. L'impegno per il Sei Nazioni Under 20 è notevole, e i nostri convocati sapranno certamente essere all'altezza del compito; non manca loro l'esperienza e Mariottini, ultimo convocato un ordine di tempo, è stato già un azzurro con la Nazionale Under 18, oltre a disputare con Mancini Parri il Campionato Nazionale di Serie A con l'Accademia, mentre Jacopo Bianchi gioca nel Campionato Eccellenza con le Fiamme Oro. Il raduno degli azzurri per la prima partita è cominciato lunedì scorso a Gorizia. “Il primo impatto con le strutture messe a disposizione dal territorio è stato più che positivo - ha dichiarato Fabio Roselli - Vogliamo prepararci al meglio per l'importante sfida che ci attende venerdì contro i campioni in carica dell'Inghilterra”.