Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Siena-Arezzo: è il giorno del derby. 700 aretini al seguito

Esplora:

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Siena-Arezzo ci siamo. Stasera, domenica 7 ottobre, alle ore 20.30, si gioca il derbyssimo. La notte del derby ha i colori amaranto, bianco e nero. La notte del derby rievoca sempre ricordi in chi Siena-Arezzo lo vive da anni. Stasera al Franchi va in scena un faccia a faccia se non carico di significati calcistici in termini strettamente di classifica, carico di significati sotto l'aspetto dei campanili. Il Palio contro la Giostra. Il panforte contro la panina. Rospi e chi più ne ha più ne metta. Siena-Arezzo non manca di portare con sé tutto ciò che è racchiuso in un derby vero e proprio. Accompagnati da quasi mille aretini, la squadra di Dal Canto arriva al Franchi carica di sette punti e di un grandissimo entusiasmo. L'allenatore getta però acqua sul fuoco e dice che il derby contro il Siena “è solo un'altra tappa”, ma in realtà sa benissimo che non è una qualsiasi. Tanto che se qualcuno gli dice che l'Arezzo a Siena non ha una grande tradizione, in fatto di risultati, lui risponde subito: “I numeri sono fatti per essere smentiti”. Da una parte l'Arezzo che arriva con due vittorie e un pari. Dall'altra invece il Siena che con la testa non c'è proprio. Nel senso che è ancorata fino all'ultimo a quella speranza che si chiama ‘ripescaggio in serie B'. Una storia infinita che potrebbe conoscere un'altra puntata. Ma non stasera. Stasera è derby. I bianconeri ci arrivano con un punto, frutto dell'unica partita, giocata dall'inizio della stagione, pensando appunto al ripescaggio in serie B. Lo hanno conquistato sette giorni fa contro il Pontedera e con una prestazione così e così.