Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Palio dei Rioni: Pusceddu e Columbu in arrivo da Ferrara in elicottero

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Acque agitate (in attesa di vedere se arriverà o meno quella piovana) al Palio dei Rioni di Castiglion Fiorentino. Alle 12 di questa mattina, domenica 19 giugno, quando nel Palazzo Comunale era prevista la firma dei fantini – una sorta di assunzione di responsabilità verso e per conto del terziere di appartenenza – si sono presentati entrambi i fantini di Porta Romana – Andrea Chessa e Dino Pes – ma solo un fantino a testa per Cassero e Porta Fiorentina: Mureddu per i biancazzurri e Carboni per gli arancio-verde. Spiegazione del ritardo, par di capire, il fatto che i due terzieri stiano aspettando l'arrivo da Ferrara di Valter Pusceddu e di Massimo Columbu, i fantini originariamente scelti da Cassero e Fiorentina, perduti per strada a causa dello slittamento temporale del Palio di Ferrara, rimandato tre volte, alla fine concomitante col Palio dei Rioni. A Ferrara, però, a causa delle avverse previsioni del tempo, hanno anticipato il Palio, batterie e finale, al mattino – al Nord, si sa, hanno una marcia in più – per cui i due cavallerizzi sarebbero già ripartiti a bordo, non di due cavalli alati, come si potrebbe pensare, ma di un solo elicottero (non male, per due fantini di rioni avversari), segnalato già sui cieli italici di Romagna, Appennino e Alta Toscana. Polemiche roventi; quelli di Porta Romana, inveleniti. Sembra, poi, che una lettura più approfondita del regolamento da parte della Commissione Palio abbia fatto emergere che alle 12 non è più necessaria la firma e quindi la presenza dei fantini, ma solo la presentazione di nomi e documenti da parte dei rioni. Si aspetta e si sta a vedere. Frattanto, è sempre più frequente l'orientamento all'insù dei nasi degli addetti ai lavori, per vedere che intenzioni hanno in Cabina di Regia. Ad Arezzo piove già. Castiglioni è ad alto rischio. Può essere che a districare la spinosa questione ci pensi, alla fine, la pioggia, notoriamente purificatrice e rigeneratrice, e che del Palio dei Rioni e dei suoi fantini se ne riparli domenica prossima.