Vietato dire non ce la faccio più

Slums Dunk, il sogno che diventa realtà

25.07.2016 - 10:56

0

Due giocatori di basket, due amici veri al punto che uno sarà a breve il testimone di nozze dell'altro. È così che nasce tutto.
È durante una cena come tante nel dicembre 2011 che Bruno Cerella propone a Tommaso Marino di andare in Africa a far giocare i bambini a basket. Niente di più, niente di meno. Una mezza pazzia che li porta pochi mesi dopo tra le baraccopoli di Nairobi con valigie piene di scarpe, palloni, maglie da basket. Tommaso descrive quei bambini come "impazziti di gioia. Quando siamo tornati, dopo un mese, ci siamo detti con Bruno che da quell'esperienza poteva nascere un progetto, abbiamo tirato in mezzo altre persone. L'obiettivo? Costruire scuole basket": così nasce l'associazione Slums Dunk, una storpiatura di slam dank, schiacciata, dove slum significa invece baraccopoli. "Il basket deve essere una scusa per questi bambini. Il pretesto per uscire di casa, da situazioni di degrado. Poter passare tre ore al campo significa evadere da tutto il brutto che li circonda"
Tra gli aspetti più belli di questo progetto c'è il fatto che chi l'ha creato, chi c'ha messo la faccia come testimonial, ci mette anche le braccia "se c'è da scavare, vangare, mettere sassi lo facciamo".
Oggi, in una delle baraccopoli esiste una scuola basket, con 130 bambini, 10 allenatori. Ha significato spiegare alle persone del luogo perché era importante partecipare al progetto. "Due anni fa sono arrivato al campo ed erano appena finiti i lavori. C'erano i bambini che giocavano. Non mi commuovo quasi mai, ma in quella situazione mi sono commosso. Vedere gente che non ha nulla avere finalmente qualcosa per me è stata una soddisfazione incredibile."
Oggi grazie a Slums Dunk, si stanno costruendo altri campi in altre baraccopoli. Ma con quei campi stanno costruendo molto altro "giocando a basket con questi ragazzini hai l'opportunità di insegnare loro tante cose. Cosa significa stare in un gruppo, rispettare tempi, regole, fare lavoro di squadra" non si tratta di imparare a fare canestro, si tratta di imparare a stare insieme. E questa è la schiacciata più bella perché la vittoria in questo caso si chiama: opportunità di futuro.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La sfida di Djokovic, un minuto nel torrente gelato

La sfida di Djokovic, un minuto nel torrente gelato

(Agenzia Vista) Alto Adige, 20 febbraio 2020 La sfida di Djokovic, un minuto nel torrente ghiacciato Il campione di tennis Novak Djokovic si è immerso nell'acqua gelida di un piccolo torrente in Alto Adige in compagnia dell'amico Constantine, riuscendo a rimanere seduto per un minuto e 45 secondi. "Lancio questa battaglia a chiunque. Deve essere in inverno, deve fare molto freddo. Dev’essere ...

 
Regionali Marche, Santori: "Programma unitario per unire le forze della sinistra"

Regionali Marche, Santori: "Programma unitario per unire le forze della sinistra"

(Agenzia Vista) Pesaro, 20 febbraio 2020 Regionali Marche, Santori Programma unitario per unire le forze della sinistra Scontro a distanza a Pesaro tra Salvini, che apre la campagna elettorale nelle Marche, e le Sardine riunitesi in una piazza a poche centinaia di metri. Il leader delle Sardine Santori: "Più che un candidato unitario serve partire da un programma che unisca le forze di sinistra" ...

 
Video Botta e risposta su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi: una storia che lascia Senza parole
Social

Video Botta e risposta su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi: una storia che lascia Senza parole

Simpatico botta e risposta video su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi. L'ex capitano della Roma si è presentato alla festa della cognata Silvia, sorella di Ilary Blasi, mascherato da Blasco. Silvia, infatti, ha compiuto 40 anni e per l'occasione ha organizzato una festa in maschera: ognuno doveva presentarsi vestito come un o una cantante. Totti ha scelto Vasco, poi ha postato una foto ...

 
"Patrick Zaki libero", fiaccolata a Roma: Italia prema su Egitto

"Patrick Zaki libero", fiaccolata a Roma: Italia prema su Egitto

Roma, 20 feb. (askanews) - "Patrick libero", "Patrick libero": è lo slogan ripetuto con forza alla fiaccolata che si è svolta davanti al Pantheon, a Roma, per chiedere la liberazione di Patrick Zaki, il giovane studente egiziano, iscritto a un master dell'Università di Bologna, arrestato nei giorni scorsi al suo rientro al Cairo, in Egitto, con l'accusa di istigazione a proteste e propaganda di ...

 
Video Botta e risposta su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi: una storia che lascia Senza parole

Social

Video Botta e risposta su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi: una storia che lascia Senza parole

Simpatico botta e risposta video su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi. L'ex capitano della Roma si è presentato alla festa della cognata Silvia, sorella di Ilary ...

20.02.2020

Il paradiso delle signore, anticipazioni su Adelaide di Sant'Erasmo. Cosa accadrà alla contessa

Soap

Il paradiso delle signore, anticipazioni su Adelaide di Sant'Erasmo. Cosa accadrà alla contessa

Il paradiso delle signore dovrà fare a meno di tre settimane di Adelaide di Sant'Erasmo, la contessa impersonata da Vanessa Gravina. L'attrice inizia oggi, 20 febbraio, al ...

20.02.2020

Video. Foto prima della neve, Samanta Togni si mette in posa ma il marito la prende in giro e non scatta

Social

Video Foto prima della neve, Samanta Togni si mette in posa ma il marito la prende in giro e non scatta

"Quando aspetti la foto e lui si diverte così". E' il commento che Samanta Togni affida all'ennesimo video pubblicato sulle Instastories del suo profilo Instagram. La ...

20.02.2020