Vietato dire non ce la faccio più

Andrea e la favola degli occhiali

24.10.2016 - 11:22

0

“C'era una volta un signore tanto buono che regalava gli occhiali ai bambini poveri”. Questo potrebbe essere l’incipit de La favola degli occhiali, ma a volte la realtà è persino più bella della fantasia. E quel signore buono esiste davvero, si chiama Andrea Garagnani, ha 65 anni e un negozio di ottica a Bologna. Negozio che esiste da 90 anni, da quando suo nonno nel ’26 lo fondò. E’ quest’attività che ha tracciato la vita della famiglia Garagnani da tre generazioni e che si sta avviando alla quarta “sono felice di passare il testimone a mia figlia”.
Proprio per festeggiare l'anniversario ci voleva un’idea. Ma una vera festa significa condivisione, solidarietà. Questo è quello che ha imparato Andrea nel corso della vita.
“Fin da bambino mi hanno insegnato che era importante fare qualcosa per gli altri. Sono cresciuto con l'idea che la solidarietà sia parte integrante della vita di ognuno di noi”. Andrea da ragazzino è stato scout, poi volontario della Pubblica assistenza e da qualche anno partecipa a missioni in Africa. Per festeggiare davvero ci voleva un gesto di amore: donare occhiali ai minori in situazioni di disagio economico. “Appena ho fatto questa proposta, il Comune di Bologna mi ha aiutato, grazie ai servizi sociali, nella ricerca di questi bambini. La mia città ha dato tanto a me e alla mia famiglia. Volevo fare qualcosa per ricambiare”. Inizia così il progetto La favola degli occhiali, per cui sono stati organizzati eventi con controlli gratuiti della vista, giochi, visite alla Cineteca di Bologna. “Il momento più bello? Una bambina che ci ha portato un disegno con scritto “Grazie per i miei nuovi occhiali, che bello vederci!”. Quel disegno è appeso nel negozio di Ottica e per Andrea vale più di tanti altri traguardi raggiunti.
La favola degli occhiali è una storia che riempie il cuore e che ha donato lenti nuove a tutti noi, come scrive Margaret Mazzantini: “Persone benefiche che incontri per caso e ti viene voglia di abbracciare, perché ti sorridono dal fondo della loro esperienza umana e di colpo ti risarciscono dell'altra metà del mondo, quella accasciante delle persone rinserrate nella loro pozza di buio”. In un mondo in cui siamo bersagliati da notizie terribili, questa storia ci regala la possibilità di vedere che del buono c'è, che le persone perbene ancora esistono, che è pieno di favole intorno a noi, basta aver voglia di scoprirle.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Patrick Zaki, Fedeli (PD): "Chiesto a Governo di mandare delegazione in Egitto per fare pressione"

Patrick Zaki, Fedeli (PD): "Chiesto a Governo di mandare delegazione in Egitto per fare pressione"

(Agenzia Vista) Roma, 20 febbraio 2020 Patrick Zaki, Fedeli (PD): "Chiesto a Governo di mandare delegazione in Egitto per fare pressione" "Chiesto a Governo di mandare delegazione in Egitto per fare pressione". Così la Senatrice del Partito Democratico Valeria Fedeli, intervenuta a margine della fiaccolata davanti al Pantheon a Roma in solidarietà a Patrick Zaki, il giovane studente egiziano ...

 
Fiaccolata per Patrick Zaki, i manifestanti cantano 'Bella Ciao'

Fiaccolata per Patrick Zaki, i manifestanti cantano 'Bella Ciao'

(Agenzia Vista) Roma, 20 febbraio 2020 Fiaccolata per Patrick Zaki, i manifestanti cantano 'Bella Ciao' Fiaccolata davanti al Pantheon a Roma in solidarietà a Patrick Zaki, il giovane studente egiziano iscritto a un master dell’università di Bologna arrestato in Egitto. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Patrick Zaki, fiaccolata al Pantheon in solidarietà allo studente arrestato in Egitto

Patrick Zaki, fiaccolata al Pantheon in solidarietà allo studente arrestato in Egitto

(Agenzia Vista) Roma, 20 febbraio 2020 Patrick Zaki, fiaccolata al Pantheon in solidarietà allo studente arrestato in Egitto Fiaccolata davanti al Pantheon a Roma in solidarietà a Patrick Zaki, il giovane studente egiziano iscritto a un master dell’università di Bologna arrestato in Egitto. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
La sfida di Djokovic, un minuto nel torrente gelato

La sfida di Djokovic, un minuto nel torrente gelato

(Agenzia Vista) Alto Adige, 20 febbraio 2020 La sfida di Djokovic, un minuto nel torrente ghiacciato Il campione di tennis Novak Djokovic si è immerso nell'acqua gelida di un piccolo torrente in Alto Adige in compagnia dell'amico Constantine, riuscendo a rimanere seduto per un minuto e 45 secondi. "Lancio questa battaglia a chiunque. Deve essere in inverno, deve fare molto freddo. Dev’essere ...

 
Video Botta e risposta su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi: una storia che lascia Senza parole

Social

Video Botta e risposta su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi: una storia che lascia Senza parole

Simpatico botta e risposta video su Instagram tra Francesco Totti e Vasco Rossi. L'ex capitano della Roma si è presentato alla festa della cognata Silvia, sorella di Ilary ...

20.02.2020

Il paradiso delle signore, anticipazioni su Adelaide di Sant'Erasmo. Cosa accadrà alla contessa

Soap

Il paradiso delle signore, anticipazioni su Adelaide di Sant'Erasmo. Cosa accadrà alla contessa

Il paradiso delle signore dovrà fare a meno di tre settimane di Adelaide di Sant'Erasmo, la contessa impersonata da Vanessa Gravina. L'attrice inizia oggi, 20 febbraio, al ...

20.02.2020

Video. Foto prima della neve, Samanta Togni si mette in posa ma il marito la prende in giro e non scatta

Social

Video Foto prima della neve, Samanta Togni si mette in posa ma il marito la prende in giro e non scatta

"Quando aspetti la foto e lui si diverte così". E' il commento che Samanta Togni affida all'ennesimo video pubblicato sulle Instastories del suo profilo Instagram. La ...

20.02.2020