Vietato dire non ce la faccio più

Claudia e le cicatrici come farfalle

07.11.2016 - 10:19

0

Claudia ha 29 anni ed è bellissima. Una bellezza da copertina, di quelle che tutti si girano a guardare quando passa. Anche per questo, forse, nessuno aveva capito i suoi problemi di salute finché non sono stati evidenti.
“Avevo 13 anni quando ho iniziato a sentire dolori fortissimi al petto. Almeno 3 volte all'anno il dolore mi costringeva a letto per settimane. Mi dicevano che era per l’ansia, per l’ingresso nell'adolescenza”.
Finché a 19 anni si sente male in modo più grave “per fortuna -dice lei- così mi hanno creduta. Il polmone destro era collassato”.
Segue un intervento, quasi un mese di ricovero. E la vita di una diciannovenne cambiata per sempre “mi imposero tantissime limitazioni: non puoi più suonare il clarinetto, non puoi correre, non puoi fare sforzi, niente viaggi in aereo, meglio evitare locali con musica troppo alta. E soprattutto non puoi più andare a cavallo”.
Ma Claudia a questo non sa rinunciare, la sua vita da sempre è legata a due passioni: cavalli e pittura. Così, non solo non accetta questa restrizione, ma addirittura compra un cavallo “dicono tutti gli esperti che nella vita c’è un cavallo che sarà più importante di altri. Lui, Ironhorse, che è arrivato in quell’anno per me lo è stato. Mi ha fatto volare”.
Il non aver rispettato i divieti imposti la porta di nuovo a sentirsi male. A un nuovo intervento, a un nuovo lungo ricovero. Debilitata fisicamente e psicologicamente, Claudia tenta di rimettere a posto i tasselli della propria vita. Inizia a dipingere donne ferite, con buchi nelle ali. Gli stessi buchi che sente di avere nella propria anima, i vuoti della propria vita, le cicatrici che hanno cambiato il suo bellissimo corpo.
Così dipinge, dipinge, dipinge come se ogni pennellata potesse lenire il suo dolore, la sua rabbia. “Nessuno credeva in me. A volte avevo l’impressione che ci fosse la volontà di schiacciarmi per far emergere qualcunaltro. Ma i miei genitori e mia sorella non hanno mai smesso di spronarmi”.
E hanno avuto ragione. Perché Claudia si è presa la sua rivincita, sulla vita e su chi pensa che sia “solo bella”. Nel 2013 dipinge il Drappellone per il Palio di Siena.
La sua vita poco a poco ha ripreso con una forza che forse non c’era prima degli interventi anche grazie all’amore “mi sono sentita come una macchina incidentata che riprende a viaggiare. Ho preso coscienza che se non posso fare tante cose, posso però farne tante altre. Ho smesso di pensare che non posso meritarmi la vita degli altri, anzi forse posso viverla meglio. E i 7 tagli sulla mia schiena me lo ricordano”. Quei segni la rendono ancora più bella, sono quelli di una battaglia vinta, contro la malattia e con se stessa. Perché come scriveva Alda Merini: “da queste profonde ferite usciranno farfalle libere”.

selenebisi@libero.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Attacchi hacker e fake news, "è iniziata l'era della cyber war"

Attacchi hacker e fake news, "è iniziata l'era della cyber war"

Bratislava, 22 ott. (askanews) - L'era della guerra cibernetica "è già cominciata". Lo sostengono i massimi esperti di cyber security riuniti a Bratislava per il "Global press event" di Eset, una società leader nel settore. Non ci sono soltanto gli attacchi di hacker appoggiati dai militari e i virus informatici per destabilizzare interi Paesi. La cyber war è fatta anche di fake news per colpire ...

 
Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede risultato epocale, segnale importante a grandi evasori Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede non temo modifiche in Parlamento Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

(Agenzia Vista) Strasburgo, 21 ottobre 2019 Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì" "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì". Così il il copresidente del gruppo dei Verdi Philippe Lamberts, intervenuto al termine di una Conferenza dei Presidenti presso la sede di Strasburgo del Parlamento Europeo sul tema della Brexit. Fonte: Agenzia Vista / ...

 
"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni" e lo spettacolo di sabbia

La rassegna

"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni"

“Le Quattro Stagioni” di Vivaldi diventano spettacolo di sabbia per inaugurare “Arezzo Classica” la rassegna dedicata alla grande musica sinfonica e da camera voluta da ...

12.10.2019

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano un "ponte" tra Arezzo e Parigi con la musica contemporanea

Il festival

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano il festival

Parigi chiama, Arezzo risponde: un’onda di musica connetterà l’Europa del sud. Dai concerti in Francia alla “borsa mercato” della migliore musica contemporanea, all’omaggio ...

07.10.2019

Stagione di prosa al Teatro Petrarca: su il sipario a novembre con "La scuola delle mogli"

Arezzo

Stagione Teatro Petrarca: su il sipario a novembre 

Si alza il sipario sulla stagione teatrale che la Fondazione Guido d’Arezzo, insieme alla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Arezzo, propongono al Teatro ...

05.10.2019