Vietato dire non ce la faccio più

VIETATO DIRE NON CE LA FACCIO PIU'

Un fiocchetto lilla per chi soffre di Dca

13.03.2017 - 18:37

0

Un padre, Stefano, che ha visto morire sua figlia diciassettenne di Dca. Disturbo del comportamento alimentare. Da questo dolore, Stefano ha fatto nascere un'associazione "Mi nutro di vita" ed è lui che 6 anni fa ha voluto la giornata del fiocchetto Lilla il 15 marzo. Negli scorsi giorni è stata presentata la proposta di legge perché venga istituzionalizzata.
È qualcosa che ci riguarda tutti perché in Italia sono attualmente 3 milioni coloro che soffrono di un disturbo del comportamento alimentare. E l'anoressia resta ancora oggi il disturbo psichiatrico col tasso di mortalità più elevato. Su quali siano le cause la ricerca psicologica e medica si continua ad indagare. In molti casi si tratta di una commistione di fattori. In questa rubrica abbiamo raccontato, due anni fa, la storia di Silvia. Ha sofferto di binge eating e ha raccontato come fosse stato difficile per gli specialisti fare una diagnosi. Lei che nel cibo trovava rifugio e che poi ne scappava. Anni di cambi di peso, di anoressia, di bulimia, di paura. Chi ha a che fare con una persona malata di Dca conosce il loro bisogno di sfida, una sfida che fanno a se stesse principalmente. Senza mangiare o abbuffandosi fino a sentirsi male, perché quel corpo nello spechio non lo vuoi più. E ti pizzichi le cosce per veder quanta "ciccia" c'è e cerchi di prendere il polso tra pollice e indice dell'altra mano per vedere se ce la fai, se il tuo polso è abbastanza magro.
Silvia controllava il suo peso ossessivamente, era quel numero sulla bilancia a stabilire, secondo lei, quale fosse il suo valore, il suo ruolo nel mondo. Era la circonferenza della sua vita a dirle se era una perdente o una vincente. È stato così per anni, finchè è stata costretta a curarsi. Confessò candidamente di tenere ancora la bilancia sotto il letto perché staccarsi da qualcosa che ha fatto parte di te per anni, anche quando si tratta di una malattia, diventa complicato, ma fiera disse anche quanto fosse importante per lei aver guadagnato la libertà di non salirci più.
Ce ne sono milioni di storie come quella di Silvia e sono storie di malattia su cui purtroppo c'è ancora molta ignoranza. Di fronte all'anoressia ci si volta dall'altra parte perché è una malattia scomoda, che infastidisce, per cui le persone sono ancora convinte che ci sia una volontarietà. Ma è una malattia e di ammalarsi non si sceglie. Di fronte a qualcuno sovrappeso si fanno battute, si fa spazio il luogo comune che siano più felici, che amino la vita perché mangiano, non ci si chiede mai cosa c'è dietro a quel sovrappeso. La giornata del fiocchetto lilla serve a questo, a far conoscere alle persone una tra le malattie più subdole, che mentre cambia la forma del tuo corpo cambia anche quella della tua vita e del tuo futuro. Fabiola de Clerq in Fame d'amore scrive "La persona anoressica e la persona bulimica sono come il gattino dei cartoni animati che inseguito dal grosso cane del quartiere si arrampica velocemente in cima a un albero, per cercare il rifugio e la protezione che non saprebbe trovare altrove. Da lassù guarda con sufficienza e sollievo ciò che dal basso lo minaccia. Da lassù è sicuro di avere un controllo totale, a trecentosessanta gradi, del mondo sottostante. A un certo punto però la questione diventa scendere dall'albero: il gattino non sa più tornare a terra e deve stare sempre più attento a non perdere l'equilibrio, perché la caduta potrebbe essere mortale". Una giornata come quella del fiocchetto lilla ci deve ricordare che dobbiamo prestare attenzione a quel gattino, toglierci la convinzione che "è colpa sua se c'è voluto salire". Non si sceglie di ammalarsi. Ma, questo sì, affidandosi agli specialisti, si può scegliere di guarire.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Attacchi hacker e fake news, "è iniziata l'era della cyber war"

Attacchi hacker e fake news, "è iniziata l'era della cyber war"

Bratislava, 22 ott. (askanews) - L'era della guerra cibernetica "è già cominciata". Lo sostengono i massimi esperti di cyber security riuniti a Bratislava per il "Global press event" di Eset, una società leader nel settore. Non ci sono soltanto gli attacchi di hacker appoggiati dai militari e i virus informatici per destabilizzare interi Paesi. La cyber war è fatta anche di fake news per colpire ...

 
Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede risultato epocale, segnale importante a grandi evasori Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede non temo modifiche in Parlamento Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

(Agenzia Vista) Strasburgo, 21 ottobre 2019 Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì" "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì". Così il il copresidente del gruppo dei Verdi Philippe Lamberts, intervenuto al termine di una Conferenza dei Presidenti presso la sede di Strasburgo del Parlamento Europeo sul tema della Brexit. Fonte: Agenzia Vista / ...

 
"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni" e lo spettacolo di sabbia

La rassegna

"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni"

“Le Quattro Stagioni” di Vivaldi diventano spettacolo di sabbia per inaugurare “Arezzo Classica” la rassegna dedicata alla grande musica sinfonica e da camera voluta da ...

12.10.2019

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano un "ponte" tra Arezzo e Parigi con la musica contemporanea

Il festival

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano il festival

Parigi chiama, Arezzo risponde: un’onda di musica connetterà l’Europa del sud. Dai concerti in Francia alla “borsa mercato” della migliore musica contemporanea, all’omaggio ...

07.10.2019

Stagione di prosa al Teatro Petrarca: su il sipario a novembre con "La scuola delle mogli"

Arezzo

Stagione Teatro Petrarca: su il sipario a novembre 

Si alza il sipario sulla stagione teatrale che la Fondazione Guido d’Arezzo, insieme alla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Arezzo, propongono al Teatro ...

05.10.2019