I veri dati 2015-2017

Deficit- Pil? Non è un dramma. Basta prendere per i fondelli la Ue, come è accaduto con Padoan

Perché litigare con Tria? Nella legge di bilancio i governi hanno sempre mentito. Hanno scritto quello che voleva la Ue, e poi a consuntivo l'ultima volta hanno sforato di 11,2 miliardi

Da Renzi a Gentiloni nessuno ha mai mantenuto le promesse fatte a Bruxelles. E la ragioneria? Zitta

27.09.2018 - 10:06

0

Da giorni i leader del governo gialloverde stanno combattendo contro nemici veri e fantasmi sulla entità della legge di bilancio 2019. Luigi Di Maio e Matteo Salvini hanno nel mirino il collega ministro dell'Economia, Giovanni Tria, la Ragioneria generale dello Stato, i tecnici del Tesoro, la commissione europea e chissà quanti altri perché non darebbero loro le risorse necessarie a fare reddito di cittadinanza, flat tax, abolizione della legge Fornero e tante altre cosine previste dal loro contratto. Questo braccio di ferro ha già causato qualche danno ai titoli di Stato italiani, e l'irritazione di Mario Draghi. Eppure una soluzione indolore c'è per ottenere quello che si vuole: mentire alla commissione europea. E' quel che hanno fatto i governi precedenti, e per tre volte di fila l'ex ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, prima con il governo di Matteo Renzi e poi con quello di Paolo Gentiloni. Nella noita di aggiornamento al Def nel settembre 2014 per il 2015 è stato promesso alla Ue un deficit pil al 2,2%. A consuntivo è stato invece di 2,6%, con un buco extra di 6,4 miliardi di euro. Stesso film l'anno dopo: promesso a Bruxelles un deficit/Pil all'1,8%, e a consuntivo è stato invece del 2,4%. Buco  questa volta di 9,6 miliardi di euro. Terzo anno: nella nota di aggiornamento dle Def previsto per il 2017 un deficit/pil all' 1,6%. E' stato invece a consuntivo del 2,3%. Questa volta il buco è stato molto più grosso: 11,2 miliardi di euro. Nessuno però ha fiatato su quei dati. Come è stato possibile fregare la Ue così? Semplice: inventandosi entrate scritte sulla sabbia per coprire le uscite che invece erano certe. Molte volte promettendo recuperi fantasmagorici dell'evasione fiscale che non ci sono stati. In tutti questi casi la Ragioneria generale dello Stato ha fatto finta di non leggere e voltato lo sguardo altrove. Basta copiare questo modello "virtuoso" zitti zitti e la manovra 2019 è bella che fatta come vogliono Salvini e Di Maio...

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Conte: "Con Di Maio no toni particolari, chiarite incomprensioni"

Conte: "Con Di Maio no toni particolari, chiarite incomprensioni"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Conte: "Con Di Maio no toni particolari, chiarite incomprensioni" Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a margine dell'assemblea di Confesercenti: "Di Maio era stato a Washington, non ci eravamo incontrati da un po' di tempo, è stato un momento per fare un po' un confronto su tutte le questioni politiche aperte. Tra me e lui non ci sono stati toni ...

 
Governo, Conte: "Fiducia asse portante per il rilancio del Paese"

Governo, Conte: "Fiducia asse portante per il rilancio del Paese"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Governo, Conte: "Fiducia asse portante per il rilancio del Paese" "Fiducia asse portante per il rilancio del Paese". Così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenuto dal palco dell'Assemblea di Confesercenti a Roma. /courtesy Facebook Giuseppe Conte Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Moneta elettronica, De Luise (Confesercenti): "Scelta giusta del Governo solo se ne ridurrà i costi"

Moneta elettronica, De Luise (Confesercenti): "Scelta giusta del Governo solo se ne ridurrà i costi"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Moneta elettronica, De Luise (Confesercenti): "Scelta giusta del Governo solo se ne ridurrà i costi" "Su moneta elettronica scelta giusta del Governo solo se ne ridurrà i costi". Così la presidente nazionale di Confesercenti Patrizia De Luise, intervenuta dal palco dell'Assemblea di Confesercenti a Roma. /courtesy Confesercenti Fonte: Agenzia Vista / ...

 
Manovra, Conte: "Non ho subito nessun ricatto, rinvio Pos per consentire riduzione commissioni"

Manovra, Conte: "Non ho subito nessun ricatto, rinvio Pos per consentire riduzione commissioni"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Manovra, Conte: "Non ho subito nessun ricatto, rinvio Pos per consentire riduzione commissioni" Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a margine dell'assemblea di Confesercenti: "Non ho subito nessun ricatto e non ho fatto nessun passo indietro, ne abbiamo fatti due avanti. Stiamo parlando di un piano di modernizzazione del Paese e riduzione della ...

 
"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni" e lo spettacolo di sabbia

La rassegna

"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni"

“Le Quattro Stagioni” di Vivaldi diventano spettacolo di sabbia per inaugurare “Arezzo Classica” la rassegna dedicata alla grande musica sinfonica e da camera voluta da ...

12.10.2019

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano un "ponte" tra Arezzo e Parigi con la musica contemporanea

Il festival

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano il festival

Parigi chiama, Arezzo risponde: un’onda di musica connetterà l’Europa del sud. Dai concerti in Francia alla “borsa mercato” della migliore musica contemporanea, all’omaggio ...

07.10.2019

Stagione di prosa al Teatro Petrarca: su il sipario a novembre con "La scuola delle mogli"

Arezzo

Stagione Teatro Petrarca: su il sipario a novembre 

Si alza il sipario sulla stagione teatrale che la Fondazione Guido d’Arezzo, insieme alla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Arezzo, propongono al Teatro ...

05.10.2019