Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anne Hathaway escogita una rapina mentre è "Locked Down"

Roma, 12 apr. (askanews) - Mentre in Inghilterra riaprono negozi, pub e ristoranti arriva sulle principali piattaforme digitali, dal 16 aprile, "Locked Down", concepito, scritto, girato, durante la pandemia. Ma non si tratta di un film claustrofobico, bensì di una commedia romantica con un po' di thriller interpretata da Anne Hathaway e Chiwetel Ejiofor e diretta dal regista di "The Bourne Identity" e "Mr. And Mrs. Smith" Doug Liman.

Siamo a Londra e i protagonisti decidono di separarsi proprio alla vigilia del lockdown. La convivenza forzata fa esplodere le tensioni, almeno fino a quando i due decidono di allearsi per mettere in piedi una rapina epocale da Harrods. Anne Hathaway è stata da subito entusiasta del film, non solo perché con l'occasione tornava a lavorare sul set, dopo lo stop forzato.

"C'è una scena del mio personaggio in cui spiega un momento della sua vita e fa un'interpretazione allucinata del capitalismo: una cosa senza senso, ma era scritta così bene, che io ho detto 'voglio assolutamente interpretare questo ruolo'. Il mio personaggio poi conclude quel monologo dicendo: 'abbiamo bisogno di vino'. Ecco, tutto questo secondo me racchiudeva proprio lo spirito del 2020: la confusione ma anche il fatto che il mio personaggio avesse la possibilità finalmente di guardarsi indietro, di fare un bilancio e prendere consapevolezza di come stava vivendo. Tutto questo mi sembrava molto realistico e ho pensato che valeva assolutamente la pena di interpretarlo".